Come si può pensare di combattere il problema sicurezza se lo stato non paga gli straordinari

Secondo quanto riferito dal secondo per numero di iscritti sindacato di polizia (il SAP), il ministero dell’interno non paga gli straordinari ai poliziotti. Negli ultimi anni il ministero ha perso qualcosa come 600 milioni di euro e le carenze delle forze dell’ordine in particolare la Polizia di stato sono ben visibili.

Alcuni giorni fa sono stati consegnati a circa 1000 agenti dei reparti mobili italiani assegni che andavano da 200 a 400 euro, fin qui nulla di strano, ma la cosa che fa capire come lo stato(lo scrivo con senza la s maiuscola, perché penso che l’Italia non sia degna di essere chiamata stato)tratta i suoi cittadini ed i particolare i suoi “servitori” è rappresentata dal fatto che questi assegni erano scoperti, si avete capito bene non avevano nessun valore.

Caso emblematico quello di Bari, dove circa 300 agenti del 9 reparto mobile si sono presentati alla banca nazionale del lavoro, la risposta come avete ben capito è stata picche!

Ora io mi domando, ma invece di prenderci per il culo con l’emendamento che mette dei soldati all’angolo delle nostre strade, non era meglio sistemare una volta per tutte la facenda delle forze dell’ordine,lo stesso Sap ha tirato in ballo la faccenda di circa 1500 volontari che hanno vinto il concorso in polizia ma che ancora non hanno indossato la divisa, un ulteriore presa in giro da parte di questa gente che non saprei come definire! questo non è un problema che gli tocca, infatti anche quando vanno in bagno sono accompagnati da minimo 20 uomini, i quali penso sarebbero più utili a pattugliare le nostre strade! Come potete vedere io personalmente nutro un forte rancore verso queste situazioni, voi?

Come si può pensare di combattere il problema sicurezza se lo stato non paga gli straordinariultima modifica: 2008-06-17T16:15:00+02:00da francescopalo
Reposta per primo quest’articolo