La situazione carceraria italiana

La situazione d5986a36b489260e3955e3cfad7fe556.jpgcarceraria in Italia non è delle migliori, le strutture oltre ad essere vecchie sono poche,per non parlare della carenza di personale della polizia penitenziaria e della popolazione carceraria che supera le 55.000 unità a fronte di 45.000 agenti di custodia. Un rapporto secondo molti non tanto distante, tuttavia sia i poliziotti sia la popolazione carceraria vive situazioni di disagio, non è un mistero che molto spesso ci sono anche più di sei persone per cella.

Secondo le stime le strutture italiane possono ospitare circa 40.000 unità, poi sono tanti i casi segnalati dai giornali di strutture carcerarie costate miliardi ma che non sono mai entrate in funzione, un vero spreco di denaro pubblico. Ad oggi la popolazione carceraria è formata per una buona fetta da stranieri, albanesi, rumeni, marocchini, nigeriani e slavi in maggioranza. La cosa più difficile da capire è come questi soggetti vengono rieducati alla vita civile, molto spesso i detenuti rimangono chiusi nelle proprie celle 23 ore e nel momento in cui vengono rimessi in libertà si trovano nell’impossibilità di trovare lavoro, unica soluzione ritornare a delinquere.

Negli ultimi anni poi sia l’indulto che il lassismo della giustizia con i suoi cavilli hanno riabilitato numerosi criminali, le carenze inoltre non aiutano questa situazione.

La situazione carceraria italianaultima modifica: 2008-06-18T21:15:00+02:00da francescopalo
Reposta per primo quest’articolo